Per tutte esiste una seconda occasione

Al di là del Buco

vintage-woman-reading

Quando si parla di donne talvolta viene fuori il fatto che ad una certa età possono essere piene di rimpianti e stanche di tutto. Per me è stato così solo a metà. Avevo dei rimpianti, è vero, ma non ero affatto stanca. Avevo più energia rispetto a quella che sentivo a vent’anni. Semplicemente un giorno mi svegliai e dissi basta a tutto. Ero sposata, con tre figli, due maschi e una femmina. Ero la loro serva, per loro avevo abbandonato lavoro e sogni di realizzazione personale. E per cosa? Per un marito che mi trattava come un pezzo di arredamento e dei figli che non mi ascoltavano nemmeno? Ne avevo abbastanza e così mi sono messa in ferie e sono partita per un lungo viaggio. Sono arrivata in questa città con il bisogno di ricominciare. Sentivo di dover farlo in quel momento perché altrimenti sarei rimasta a fare quella vita per sempre.

View original post 753 altre parole

Noi siamo nude di diritti: chissenefrega dei manifesti che non piacciono alla Boldrini?

Al di là del Buco

11026082_793589257390252_5928245747029121548_n

Mettiamo il caso che effettivamente uno si ‘ngrifa se vede un culo nudo su un manifesto pubblicitario. Gli può succedere che fa una frenata brusca, può causare un tamponamento, gli verrà un infarto, si lancia in corsa con il semaforo rosso, si fa una sega in mezzo a un parco frequentato dai bambini e dalle loro balie, procederà fino a raggiungere la cima per leccare il cartellone nelle parti ignude. Immaginiamo pure che si tratta di igiene sociale e che per ripulire il mondo da segaioli impuniti bisogna cancellare ogni tentazione, così come diceva il buon prete della chiesa all’angolo, perché la decisione di occultare le tentazioni ha molto a che fare con la santa inquisizione e con i democristiani. La gente veramente libertaria o di sinistra non dovrebbe pensare che esista una colpa che risiede direttamente nella chiappa della modella esposta.

View original post 989 altre parole

Niente sesso nella coppia. Però non rinunci alla monogamia!

Al di là del Buco

Pensavo che con lei tutto sarebbe stato un po’ più semplice. Si vantava di essere tutt’altro che superficiale. Diceva di essere tanto sensibile e interessata a una relazione sincera, libera da stereotipi sessisti. Poi cominciai a tener il conto delle volte in cui mi faceva pesare che ce l’avevo più piccolo del suo ragazzo precedente. In un modo o nell’altro mi diceva che non ci sapevo fare e più io cercavo di soddisfare le sue richieste più lei mi faceva sentire una merdina insicura ed imbranata.

View original post 791 altre parole

Il buongiorno si vede dalla vagina

Al di là del Buco

Quante storie hai avuto? Con quante persone sei andat@ a letto? Sei un usato sicuro o sei da rottamare? Quante volte ti hanno penetrata? A quanti hai fatto un pompino? C’hai la fica a galleria alpina o è ancora un cunicolo da ampliare? Ce l’hai spanata o sei ancora vergine? Quante braccia ti hanno stretta? Quante lingue ti hanno leccata? Quante ore sei stata sveglia di notte per scopare? Con quanti devo stare in competizione? Ti hanno fatto il tagliando? C’è da cambiare qualche pezzo? Un piccolo tergicristallo? La batteria? Una ruota?

View original post 861 altre parole

Disoccupata, reduce di guerra, tornata dai genitori

Al di là del Buco

Ho litigato per mesi con un collega che ho odiato in più occasioni. Antipatico, stronzo, dispettoso, competitivo. Mi sono ritrovata a lanciargli addosso delle stramaledizioni e poi ho discusso con l’altra mia collega che ogni volta che osservava le sue reazioni mi diceva che era strano, perché sembrava isterico, come una donna. Allora ho cominciato a litigare anche con lei perché il sessismo non è cosa contro cui lotti solo se a pronunciarlo è un uomo, e in men che non si dica mi sono fatta il vuoto attorno e non ho avuto più la collaborazione di nessuno. Il mobbing in ufficio è una cosa brutta, perciò mi sono decisa ad essere gentile con chiunque, perché altrimenti avrei dovuto lasciare il posto e di trovare altro lavoro, in quel periodo, non ero capace.

View original post 947 altre parole

Parità di salario uomo/donna? No. Più ricchezza per tutti!

Al di là del Buco

Dalla notte degli Oscar, dalla viva voce di Patricia Arquette, al discorso di Christine Lagarde, presidente dell’Fmi (fondo monetario internazionale), è tutto un gran chiedere parità di salario tra uomini e donne. Lagarde parla addirittura di un complotto contro le donne e io mi chiedo come sia possibile che proprio chi sta in cima a così grosse strutture del potere economico mondiale, al di là della presenza rosa che garantisce un inequivocabile pinkwashing a colorare l’Fmi di bellezza e meraviglia, pronunci parole così ipocrite nei confronti delle donne.

E’ il biocapitalismo che rende i corpi delle donne succubi di un progetto utile alla natalità delle nazioni, mentre i figli delle zone povere vengono tenuti lontani a far gli schiavi nei propri territori, per conto di organizzazioni e imprese dell’Occidente ricco, e sono i soldi l’unico interesse di chi esige che le donne restino in casa ad adempiere…

View original post 645 altre parole

Parità di salario uomo/donna? No. Più ricchezza per tutti!

Al di là del Buco

Dalla notte degli Oscar, dalla viva voce di Patricia Arquette, al discorso di Christine Lagarde, presidente dell’Fmi (fondo monetario internazionale), è tutto un gran chiedere parità di salario tra uomini e donne. Lagarde parla addirittura di un complotto contro le donne e io mi chiedo come sia possibile che proprio chi sta in cima a così grosse strutture del potere economico mondiale, al di là della presenza rosa che garantisce un inequivocabile pinkwashing a colorare l’Fmi di bellezza e meraviglia, pronunci parole così ipocrite nei confronti delle donne.

E’ il biocapitalismo che rende i corpi delle donne succubi di un progetto utile alla natalità delle nazioni, mentre i figli delle zone povere vengono tenuti lontani a far gli schiavi nei propri territori, per conto di organizzazioni e imprese dell’Occidente ricco, e sono i soldi l’unico interesse di chi esige che le donne restino in casa ad adempiere…

View original post 645 altre parole

Ho voluto un altro figlio e ora sento che non esisto più

Al di là del Buco

post_partum_aw-2-e1407943552244

E’ un’altra storia di maternità vissuta malissimo, a distruggere lo stereotipo della madre felice e contenta, protagonista di una fiaba che corrisponde ad una bugia. Non sempre è così ma a volte lo è. Chiudere gli occhi di fronte a questo, per paura, per evitare di fare emergere mostri sopiti, per evitare di guardare negli occhi donne straordinariamente vere, umane, che riescono a parlare di se’ anche quando si sentono avvolte da un velo di profonda solitudine, è sbagliato. C’è chi non immagina neppure quanto sia grande la solitudine della maternità che a tutti i costi deve essere vissuta in modo perfetto. E invece non c’è niente di perfetto e da che mondo è mondo, così come raccontano amici e amiche, le donne hanno tentato di esorcizzare il rifiuto del bambino appena nato perfino con le ninne nanne.

View original post 691 altre parole

Sto insieme ad un uomo più giovane e me ne vanto

Al di là del Buco

Scena tratta dal film Harold e Maude Scena tratta dal film Harold e Maude

Da 15 anni ho una storia con un uomo più giovane di me di 12 anni. Io ne ho 50.  Nei primi anni della nostra relazione la differenza si notava relativamente perché io ero ancora una post trentenne piena di energia, curata, comunque una bella donna. Oggi che ho cinquant’anni la differenza si nota di più. A noi non importa un accidenti e anzi ci divertiamo a sconvolgere il mondo con i nostri baci alla presenza di gente che ci guarda male. Se un uomo della mia età avesse una relazione con una 38enne nessuno si sconvolgerebbe. Il contrario pare che non possa avvenire.

Eppure sono tantissime, oramai, le coppie in cui lei è più grande di lui. Per quel che mi riguarda la scelta è arrivata in modo abbastanza naturale. Quelli più grandi erano mille anni indietro come mentalità. Bisognava ricominciare da…

View original post 1.130 altre parole