Nonna Angela

Ciao,

venerdì pomeriggio sono andato a trovare una vecchia amica di famiglia con i miei genitori. Si tratta della nonna Angela, come da titolo del post. Era la vicina di casa, casa accanto, quando abitavamo in via Boiardo in una casa di ringhiera. Ora lei vive a Segrate vicino ai figli, invece noi siamo a Sesto San Giovanni. Devo ammettere che mi sono emozionato nel rivederla. L’ultima volta che siamo andati a trovarla è stato prima della pandemia, quindi almeno tre anni. Sono due le cose che mi hanno colpito nel riverderla:

  1. E’ presente a se stessa: compie 96 anni a Novembre e questo mi fa piacere;
  2. Come molto piacere mi fa sapere che tiene ancora le foto di me da piccolino che tiene ancora a casa.

L’ho sempre chiamata nonna in quanto capitava spesso che mia mamma mi lasciasse da lei quando ero molto piccolo e doveva fare delle commissioni. Avendo le nonne lontane da Milano, mamma sarda e papà viterbese, è stato facile associarla alla figura della nonna. A voi è mai capitato di instaurare un rapporto del genere?

Luca

Cambio di programma e prima dose di vaccino

Ciao,

nell’ultimo post (che potete leggere qui) avevo scritto che dal 2 al 5 settembre (domenica 5 e non sabato 4 sarebbe finito il camp) avrei dovuto essere all’ultimo camp che avevo preso del percorso di crescita personale che sto facendo. Per motivi di assenze varie siamo andati sotto il numero minimo di partecipanti, eravamo rimasti in 8 rispetto ai 15 iniziali, così i coach hanno deciso di spostarlo a maggio o giugno 2022. Naturalmente recupereremo senza ulteriori costi. Così ho deciso di andare nelle Marche da amici a fare un po’ di mare in questi 4 giorni del camp. Il primo settembre ho comunque fatto il tampone: per sicurezza mia e loro.

Questa mattina ho fatto la prima dose di vaccino con Pfizer. Il richiamo l’ho il 27 settembre. Al momento nessun problema. Anche il leggere fastidio della puntura è andato via dopo circa un’ora.

Questa settimana di ferie l’ha dedico allo studio per la certificazione di AWS. Rimango positivo, ma la vedo dura.

Luca

Remotizzazione

Ciao,

quest’estate la remotizzazione lavorativa a Savona l’ho fatta ad agosto, invece che a cavallo di giugno e luglio dell’anno scorso. Dovuto al fatto che lavoro fino a martedì, le mie ferie cominciano Mercoledì 1, e i miei cugini sono andati in ferie a Luglio. E’ stato pesante devo ammettere: dover studiare per la certificazione ed essere praticamente da solo in un ambito ancora nuovo non mi ha permesso di godermi il mare come l’anno scorso. Va bene così: l’idea era non stare a Milano tutta l’estate.

Dal 2 al 4 settembre, tampone permettendo, sarò all’ultimo camp del ciclo che ho iniziato ad Ottobre 2020. Vediamo se continuare con i camp. Vi racconterò come è andata.

Luca

Questa volta di sabato

Ciao,

questa volta scrivo di sabato e interrompo la piccola tradizione della domenica. Prima settimana da solo al lavoro, grande fatica ma sono ancora presente. Anche se la sensazione di essere tornato a Novembre 2017 quando ho avuto l’attacco di panico al lavoro è presente. Sono passati quasi quattro anni, sono migliorato sotto molti aspetti: soprattutto l’ansia, la gestione dello stress e la rabbia, ma in fondo sono uguale alla persone di quattro anni fa. Uguale alla persona che è uscito dall’università nel lontano 2001.

Quando si parla della ruota del criceto mi ritrovo benissimo in questa situazione. Onestamente durante le camminate mattutine ho ripensato all’estate 2003. La prima estate in cui ho lavorato come informatico. Sono in una situazione di ossessione sul lavoro come allora. Incredibile è come non volendo abbandonare certi comportamenti questi si ripresentano e ti stanno fare male. Capitato anche a voi?

Buon weekend,

Luca

Terza Domenica Di Luglio

Ciao,

da domani sono ufficialmente in solitaria al lavoro, senza il paracadute del mio collega che va in ferie fino a fine agosto. Sono spaventato ma come ho imparato in questi mesi con la concentrazione su un’attività alla volta gliela farò. Questo post settimanale di aggiornamento mi fa bene per stare centrato e non farmi lasciare andare sull’ansia. Onestamente passato il progetto grosso su cui, come società, siamo a meta del guado il resto è abbastanza gestibile anche da solo. Voglio essere positivo! L’unico modo per uscirne vivo. Devo anche cominciare a studiare per la certificazione che dovrò dare entro la fine dell’anno. La certificazione è la sys-ops di Amazon Web Service.

Luca

La seconda domenica di Luglio

Ciao,

replico la scrittura domenicale per questo mese di Luglio 2021. Settimana prossima sarà l’ultima settimana con il collega che mi ha fatto il passaggio di consegne. Da Lunedì 19 Luglio sarò da solo per un mese e mezzo. Posso dire onestamente che ho la strizza per questa cosa. Quasi quando ho cominciato a lavorare nel lontano 2003. In effettimi ritrovo nella stessa situazione emotiva del 2003. L’unica vera differenza e che ora vivo da solo e ai tempi, laureato da poco più di un anno e al primo lavoro vero, vivevo con i miei genitori.

Sto cercando di capire la situazione. Anche perché questo significa che gli anni di lavoro con psicologi e psichiatri, oltre che l’anno abbondante del corso di crescita personale, non hanno dato i frutti desiderati. Stancante come situazione. Anche perché questa volta non ho il salvataggio dell’inesperienza. Ma una cosa l’ho imparata: devo tenere botta e imparare sempre qualcosa di nuovo ogni giorno.

Luca

Situazione strana

Ciao a tutti,

è stato un periodo di silenzio dal blog. Sia per impegni vari che per motivi di gestione dell’ansia al lavoro. Nonostante il lavoro psicologico di questi ultimi tre anni e mezzo e il corso di crescita personale che sto seguendo da maggio 2020 questo lato della mia personalità ritorna potente nei momenti di stress.

Il mantra è sempre il lavoro. Nonostante i miglioramenti di questo ultimo anno la difficoltà nel concentrarmi per imparare conoscenze nuove è sempre difficoltoso. Ed una cosa positiva come entrare nel giro per prendere le certificazioni nel mondo aws mi mette ansia. Una responsabilità che non mi accollo serenamente. SItuazione alquanto strana: dovrei essere contento del fatto che finalmente la ditta per cui lavoro cominci a puntare su di me e si fidi. Dall’altra la vedo come rimanere nella ruota del criceto. Non sono ancora sufficientemente stabile nel lato emotivo per vedere le opportunità per ciò che sono: non dovrei viverle come dei problemi. È mai capitato anche a voi una situazione del genere?

Luca

Il Raduno del Guerriero

Ciao,

questo week-end ho partecipato al raduno del guerriero. Questa volta, complice la situazione pandemica sotto controllo e la bella stagione, è stato fatto all’aperto dormendo in tenda. alla fine è stata una giornata: dalle 5 di sabato alle 5 di domenica. E’ stata una bella esperienza rivedere un po’ di compagni con cui ho fatto il camp e altri degli altri camp. Il punto d’incontro è stato la Pietra di Bismantova, in provincia di Reggio Emilia.

Niente di trascendentale, ma 24 ore con belle persone in un bel posto!

Luca

Savona che non ti aspetti

Ciao,

sono andato qualche giorno a Savona dopo molto tempo. Ho notato che nell’ultimo anno, lockdown dovuti alla pandemia permettendo, ho cominciato a conoscere una parte della città e della provincia che avevo trascurato. La Frazione Conca Verde: che non si trova sul mare ma nella parte della città che si insinua nella montagna. Un verde con una visuale sulla città e sul mare che è incantevole. Il sentiero del pellegrino tra Varigotti e Noli. Non conoscendo il sentiero mi sono accodato all’uscita di mia cugina. Pezzo iniziale molto pendente per la forma che avevo a settembre. Ma sostare alla Grotta dei Falsari ha dato un senso alla camminata, Le sensazioni sono state anche diverse: il sentiero del pellegrino l’ho fatto soprattutto come preparazione al camp di ottobre 2020: quindi ero molto concentrato sulle mie reazioni fisiche rispetto al cammino e al panorama. Invece le camminate che ho fatto settimana scorsa, post camp del mago di Maggio, ha avuto un turbinio di emozioni che ho vissuto in pieno.

Luca

Camp del Mago

Ciao,

è passato qualche giorno dall’ultimo camp esperienziale dal 20 al 23 Maggio sono stato ad un secondo camp. Per la fase preparatoria ne ho parlato qua. Devo ammettere che la parte fisica è stata molto meno dura rispetto al camp precedente, poiché era un camp sull’emozioni il tutto è stato molto più intenso e impegnativo. Soprattutto per me che ho sempre messo sotto il tappetino l’emozioni per autodifesa personale. Ho deciso di partecipare proprio perché è ora che cominci a lavorare sull’emozioni in modo costante per poterle accogliere e non farmici sopraffare.

Luca