Gestione del tempo — La solitudine del Prof

La gestione del tempo, in considerazione della vita frenetica di oggigiorno, è un problema che assilla molte persone, me compreso. Tenuto conto dell’età avanzata e delle esperienze accumulate, dovrei essere “vaccinato”, eppure gestire il tempo per me rappresenta ancora un problema. Proprio perché il tempo, assottigliandosi, mi “obbliga” a gestirlo in maniera ottimale, ho deciso […]

Gestione del tempo — La solitudine del Prof

Ho ricercato degli articoli sulla gestione del tempo. Questomi è sembrato il più interessante da condividere.

Luca

Il filino di paura o di ansia?

Ciao,

in questi ultimi mesi ho notato che faccio le cose con sempre un filino di paura e o ansia. Ho analizzato la cosa: sia perchè appena provavo paura mi bloccavo, sia perchè una continua presenza della paura non l’ho mai provata. Mi sono dato queste risposte, che metto in punti per facilitarmi la cosa. Non voglio mica pompare la paura impostando il tutto troppo fuori dalla mia zona di comfort. Ma passiamo alla lista senza cianciare troppo:

  • Lavorativamente parlando il mio responsabile mi sta facendo uscire un pochino dalla zona di confort: non tanto da bloccarmi come una volta, ma abbastanza da dover imparare qualcosa di nuovo;
  • Ho imparato a contattare una mia rete di supporto quando l’ansia o la paura raggiungo un livello che reputo eccessivo;
  • Sto facendo esperienza a convivere con la presenza della paura e dell’ansia: niente male;
  • Ho notato che aver accettato che il lavoro che faccio non mi piace ma devo farlo perché non sono ancora pronto a crearmi una vera e propria alternativa, paura di essere felice of course, mi fa accettare quello che faccio.
  • Non accogliere l’ansia e la paura che si presentano giornalmente come stimolo per crescere nel lavoro attuale è un segnale che devo muovermi, ma ho pensato che non ho ancora raggiunto il fondo necessario per rialzarmi.

Questo piccolo scritto è anche un piccolo check de corso di formazione che sto facendo: sto applicando ciò che “imparo” in modo abbastanza soddisfacente ma non ho ancora fatto lo scatto per indirizzare la vita in un’altra direzione.

Luca

Lo straniamento

Ciao,

sarà l’autunno appena iniziato, ma venerdì ho raggiunto al lavoro una situazione di straniamento che devo ammettere mi ha fatto tornare la voglia di scacciare il famoso bottone del ministero del lavoro per le dimissioni. Il punto della situazione che non sono ancora riuscito a costruirmi un’alternativa valida. Ma allo stesso tempo la mia ossessione che tendo a girare sul lavoro senza concentrarmi veramente per imparare nuove capacità da poter usare in ambiti esterni ai tecnicismi informatici mi prosciuga ogni energia per applicarmi in attività extralavorative che non sia il corso di boxe o il corso di formazione per la crescita personale. Devo essere onesto: se non applico ciò che ascolto, e di cui prendo appunti, durante il corso di formazione non ha molto senso investire quelle due ore la settimana più i week-end periodici (che siano online o in presenza).

Come ho detto al mio responsabile venerdì scorso comincia ad essere stancante questa situazione.

Luca

Due giorni di Formazione e altro

Ciao,

week-end scorso ho partecipato ad un corso di formazione extra lavorativa a Prato. Come quello di Aprile. Devo ammettere che sono sempre molto stimolanti i corsi in aula. Dopo questi due giorni ho capito una cosa molto importante: qualunque cosa succeda devo farmi spiegare cosa devo migliorare nelle cose “sbagliate” e in cosa debba mantenere il livello. Altrimenti non posso migliorare e andare a fare qualcosa di diverso dal mondo informatico di cui sono stancato. Nella situazione stringente del lavoro sto facendo altro rispetto al semplice esecutore ma devo incamerare le competenze che mi permettano di uscire dal contesto lavorativo attuale, che personalmente è migliorato ma è proprio l’ambiente di lavoro dell’it che non mi trova più a mio agio.

Luca

Un lavoro che appassiona è pur sempre un lavoro — D.ssa Viviana Chinello

Il fatto di avere un lavoro che ti appassiona ha anche un lato ostile. In questo articolo ne parleremo e anche di cosa puoi fare in modo che non ti influisca troppo. La parola “lavoro” deriva dal termine latino labour che significava “pena”, “sforzo”, “fatica” “sofferenza” e ogni attività penosa. Proprio ciò, purtroppo, rappresenta per molte persone […]

Un lavoro che appassiona è pur sempre un lavoro — D.ssa Viviana Chinello

La mia messa laica

Ciao,

ieri mattina ho partecipato, via skype, alla riunione del mio gruppo di riferimento della fratellanza che frequento. In questi ultimi due anni sono molto discontinuo nella frequenza, sia online che fisica. Ma va bene così. La nota positiva è che per me è come una messa laica: com’era quando ho cominciato a frequentare dieci anni fa, da qui il titolo del post.

Sono entrato nel gruppo della domenica di Milano di Coda una domenica mattina di giugno 2012. Erano due anni che vivevo da solo e stavo attraversando uno dei peggiori periodi a livello emotivo. Il gruppo era in via stratico, vicino allo stadio San Siro di Milano. Ora non ricordo se a fine 2018 oppure a fine 2019 abbiamo spostato la riunione in Piazza Wagner. Nonostante la pandemia il gruppo è rinato. Mentre rinasceva io ho cominciato a frequentare il corso di crescita online. Ma devo ammettere che quando in queste due ultime estati sono tornato a frequentare, online soprattutto, è stato un piacere vedere tante persone durante la riunione. Rinato talmente bene che il gruppo ha raddoppiato e ora c’è anche il giovedì sera.

Quello che apprezzo della “stanza” è che ognuno porta la propria esperienza su come supera le difficoltà: ognuno è libero di replicare nelle sue situazioni ciò che sente e vedere se migliora le sue situazione e la sua vita. E’ un rapporto alla pari che mi piace molto. Naturalmente poi ognuno deve fare per migliorare. Non c’è nessuna magia. Un’ultima cosa: la fratellanza si basa sugli alcolisti anonimi, quindi sui dodici passi e sulle dodici tradizioni adattate alle relazioni e non al bere.

Luca

Corso di Boxe

Ciao,

settembre mese di ripartenze per molte persone. In parte anche per me: questa settimana è ricominciato il corso di boxe nella palestra vicino di casa. La prima lezione di lunedì scorso è stato meno traumatico rispetto alla prima lezione in assoluto di Gennaio. Anche martedì mattina il corpo ha reagito con meno dolori rispetto ad inizio anno. Nonostante i problemi di coordinazione che ancora ho, penso che non molli facilmente come con la palestra: per il semplice motivo che mi diverto di più. La socialità che si instaura con gli altri partecipanti al corso compensa e supera la fatica che ho nel fare questo tipo di attività fisica. Quindi al momento la somma di questa attività è positiva!

Luca

Album flickr settimana in paese

Ciao,

a questo viaggio in paese ho portato la vecchia macchina fotografica compatta che avevo preso per il viaggio a Copenaghen nel lontano luglio 2013. La cara vecchia sony che non usavo dal 2020. Quasi da regalare. Comunque ho creato l’album su flickr con anche le foto fatte con l’iphone: alcune foto le ho inserite nel post di settimana scorsa.

Ma ecco l’album:

018 - Grotte Santo Stefano
Tuscia Agosto – Settembre 2022

Luca