Ricovero Mamma

Ciao,

mercoledì hanno ricoverato mia mamma per dei controlli su dei problemi cognitivi. Controlli che avrebbe dovuto fare l’anno scorso. Ma l’anno scorso gli ospedali erano a tappo per la pandemia e tutto ciò che era rimandabile, giustamente, è stato spostato. Vediamo cosa esce fuori e come bisognerà procedere. Devo ammettere, anche se è già capitato che mia mamma è stata ricoverata per altri motivi da quando sono “adulto”, questa è la prima volta che mi sento pronto per dare supporto alla pari a mio padre a gestire la preoccupazione per una persona a cui tiene. Alla fine la mamma è sempre la mamma no? Per il discorso covid e limitare i problemi di contagio le visite sono contingentate a due ore la settimana: su due giorni e una sola persona alla volta. Questo venerdì è andato mio padre. Martedì prossimo andrò io. Sarà un bel modo per cominciare a restituire un po’ di quello che mia mamma mi ha dato in questi anni.

Luca

Pizza con i miei

Ciao,

piccosa pausa dallo studio. Ne approfitto per scrivere sul post: continua il periodo in cui la scrittura mi permette di razionalizzare le emozioni in modo potente. Dopo quasi due anni, si parla del periodo pre pandemia, sono andato a magiare fuori con i miei genitori. Siamo andati al ristorante pizzeria che frequentavamo nell’ultimo periodo. Devo ammettere che tornare ad una cosa “normale” come questa visto il periodo che abbiamo vissuto da inizio 2020 l’ho vissuta come una piacevole novità: parliamo di una semplice pizza in famiglia. Sono conscio, e auspico, che non tutto tornerà come prima: ma apprezzo molto che ora si abbia la possibilità di tornare a fare quelle piccole cose che permettono di mantenere quelle piccole tradizioni di famiglia. Almeno a me fa sentire bene questa cosa. Volevo lasciarla scritta qui questa cosa.

Luca