Riprogrammazione Psico Posturo Corporea Integrata Novembre 2022

Ciao,

questo sabato appena passato ho partecipato alla terza, e ultima, giornata di Riprogrammazione Psico Postura Corporea Integrata. Dopo quella di Novembre 2021 e di Marzo 2022. Sempre a Firenze

Percorso concluso per quest’area. Devo ammettere questa volta che la giornata è stata molto particolare. Nel pomeriggio, quando abbiamo eseguito l’esercizio di scambio energia e amore è stato molto bello il fatto che l’averlo fatto è stato molto più bello che riceverlo: per me che ho sempre voluto soltato ricevere è stato un bello switch mentale. Pensadoci questa domenica sono convinto che ho trovato il mio perché. Questo perché porterà ad uno studio molto intenso. Ma questa volta dovrò avere tutto l’interessa ha portare a casa il risultato. Al contrario di AWS.

Vi terrò aggiornati su questa cosa.

Luca

La parte

Ciao,

Come tutti i lunedì sera, da aprile 2020, frequento un corso di crescita personale che si tiene via zoom. Scrivo subito che se continuo a frequentarlo è perchè mi sta aiutando molto nel miglioramento della “gestione” delle mie attività e delle mie emozioni. C’è il fermo del corso giusto ad agosto e nelle settimane tra la settimana di natale e la befana. Per motivi personali, mi sto concentrando sull’esame della certificazione di amazon, ho saltato la serata di questo lunedì.

L’amico che mi aveva invitato a partecipare alla prima serata di Aprile 2020 per conoscere il corso mi ha sparato una frase su via whatsapp che mi ha dato molto fastidio. Perchè mi dava tanto di “parte” anche se non ne conosco il motivo. Comunque la frase è la seguente: Ecco un nuovo “mai una gioia”.

Piccola premessa: sono una persona che ha sempre visto tutto nero e la locuzione “mai una gioia” era il mio mantra. Mi ha dato molto fastidio perché l’ho vissuta in modo manipolatoria da parte sua per capire se c’ero ed eventualmente chiedere perché e per come.

Sto analizzando dove sta la mia parte in questa interpretazione. Ma l’ho vissuta veramente male. Sto cercando anche di capire se sto cercando un motivo per litigare con qualcuno. Voglio lasciare qui questa cosa. Più per lasciare scritto questo mio loop mentale. Perchè no: per capire se anche a chi mi legge è mai capitato di sentirsi manipolato e come si è comportato.

Luca

Ennesimo cliente

Ciao,

sono onesto: da domani nuovo cliente su cui passo dopo ITA. Devo essere onesto: possono venderla come vogliono ma questo cambio continuo ogni due o tre mesi lo trovo avvilente. Come trovavo avvilente dover rimanere appeso tempo fa.

Come trovo avvilente che mi si prospettino delle attività, poi vengono cambiate le carti in tavola, per mille motivi e le pianificazioni, anche personali legate al lavoro, La verità è che non ho ancora risolto veramente l’inutilità di fondo per quello che faccio visto che comunque non sono ancora migliorato sufficientemente, a mio parere nella comunicazionie, per torgliermi di dosso la patina di tecnico per cui vengo ancora visto in ufficio.

La parte è decisamente mia e secondo me va oltre il discorso stima e comunicazione con cui tendono a vendermi ogni volta. La zona di confort mi ha fatto stare fermo per molto tempo; di testa però vivo ancora molto male questo repentino cambio di contesto e tecnologie.

Luca

Bottiglie Rotte – Subsonica

Ciao,

Pomeriggio scorso sono entrato in un modo strano durante lo studio. Mi è entrata in testa questa canzone dei Subsonica:

Buon ascolto.

Luca

Week-end lungo appena passato

Ciao,

riprendo in parte il filo del discorso del post di ieri. Anche se in reperibilità questa settimana ho preso lunedì 31 ottobre di ferie per dedicarmi allo studio per la certificazione AWS. Devo ammettere che nel pomeriggio di ognissanti ho cominciato ad innervosirmi: non riuscivo a completare le esercitazioni più complitate del corso che ho avevo comprato l’anno scorso. Sono nuove esercitazioni aggiunte e che posso fare visto che ho ancora dei crediti da spendere. Sto valutando se questo nervosismo è dovuto soltanto a limiti miei su cui sto lavorando oppure entra in gioco anche la mia oramai overdose dell’informatica in generale.

Scrivendo queste righe sto ripensando a due scenari, sempre lavorativi, per cui mi si ripresenta questo nervosismo.

  1. Progetto in cui devo sviluppare in node ed angular: ho proprio un rifiuto a lavorare su questo progetto, mi innervosisco e non ci metto la testa;
  2. Nei rapporti con un cliente abbastanza complicato. In questo caso il nervoso è molto più soft: è più una questione di non avere ancora la malizia di mettermi in sicurezza per evitare casini successivamente.

Una cosa è certa: mi faccio ancora drenare molte energie dal lavoro e non dedicato abbastanza tempo per uscire da questo lavoro in sicurezza.

Per oggi il fermiamo qua il vomito sulla situazione lavorativa.

Luca

Festa di Ognissanti

Ciao,

la festa di ognissanti mi ha messo sempre un pò tristezza. Al contrario di Halloween in cui trovo la presenza dell’allegria della festa molto utile per esorcizzare la paura delle morte. Mi ha sempre fatto pensare che subito dopo la festa dei santi ci fosse la festa dei morti il2 novembre: da notare come la chiesa abbia sostituito la parte festosa che i celti avevo posto in Halloween in qualcosa di lugubre. Forse perchè hai tempi avevano bisogno di controllare meglio la popolazione. Come in questo periodo storico penso.

Ho sempre cercato di risolvere la questione di questi due giorni a modo mio. Dedicandomi a qualcosa per me oppure ai vivi. Mi farebbe piacere sapere come vivete queste festività!

Luca

Corso di Boxe e week-end di Yoga.

Ciao,

questo week-end ho ripetuto il week-end che avevo fatto ad inizio Aprile a Volterra. Ovvero un week-end di yoga in cui non c’è solo lo yoga: il bagno di gong, esercizi sulle corazze (che sono figlie degli studi di Freud se non ho capito male).

Come ho già parlato da inizio anno frequento un corso di boxe, in cui unisco l’attività fisica con lo sfogo della rabbia e la voglia di darmi la carica nelle attività quotidiane.

Oggi ha pranzo con i colleghi mi è venuto da pensare come possa unire queste due attività che sono molto lontane le une dalle altre.

Una mia amica mi ha fatto notare che alla fine la boxe mi aiuta a incanalare la rabbia in maniera non autodistruttiva; lo yoga e le altre pratiche a coltivare la calma e a conoscere lati di me che ho cercato di tenere sopiti. Ci penserò su questa cosa.

Vi è mai capitato di fare cose opposte le une alle altre e trovarvi di integrarle le une con le altre perché vi danno soddisfazione entrambe?

Luca

Pocket

Ciao,

questa volta voglio parlare di un’applicazione che ho ricominciato ad usare da qualche mese. Si tratta di Pocket. Comincia ad usarlo qualche anno fa. La scoperta fu causale: durante una pausa caffè tirai fuori il discorso che spesso non avevo il tempo per leggere in modo approfondito gli articoli di siti e/o blog. Così il mio collega mi disse di provare Pocket. Lui aveva installato l’estensione su chrome e aveva installato l’app nello smartphone. Così salvava cosa voleva rileggere con calma in pocket con l’estensione nel browser e poi rileggeva il tutto nell’app durante gli spostamenti in treno per andare o tornare dal lavoro.

Visto che utilizzavo la metro per andare al lavoro diedi un’opportunità all’applicazione. L’unica differenza rispetto al mio collega scaricai l’estensione su firefox: browser che continuo ad usare ancora. Ricominciando ad utilizzarla mi chiedo perché abbia smesso di usarla durante il periodo della pandemia.

Anche perché è possibile utilizzare i tag per categorizzare gli articoli, la versione gratuita è perfettamente fruibile per le mie esigenze che sono basiche.

Voi l’avete provata? come vi trovate?

Luca

Il filino di paura o di ansia?

Ciao,

in questi ultimi mesi ho notato che faccio le cose con sempre un filino di paura e o ansia. Ho analizzato la cosa: sia perchè appena provavo paura mi bloccavo, sia perchè una continua presenza della paura non l’ho mai provata. Mi sono dato queste risposte, che metto in punti per facilitarmi la cosa. Non voglio mica pompare la paura impostando il tutto troppo fuori dalla mia zona di comfort. Ma passiamo alla lista senza cianciare troppo:

  • Lavorativamente parlando il mio responsabile mi sta facendo uscire un pochino dalla zona di confort: non tanto da bloccarmi come una volta, ma abbastanza da dover imparare qualcosa di nuovo;
  • Ho imparato a contattare una mia rete di supporto quando l’ansia o la paura raggiungo un livello che reputo eccessivo;
  • Sto facendo esperienza a convivere con la presenza della paura e dell’ansia: niente male;
  • Ho notato che aver accettato che il lavoro che faccio non mi piace ma devo farlo perché non sono ancora pronto a crearmi una vera e propria alternativa, paura di essere felice of course, mi fa accettare quello che faccio.
  • Non accogliere l’ansia e la paura che si presentano giornalmente come stimolo per crescere nel lavoro attuale è un segnale che devo muovermi, ma ho pensato che non ho ancora raggiunto il fondo necessario per rialzarmi.

Questo piccolo scritto è anche un piccolo check de corso di formazione che sto facendo: sto applicando ciò che “imparo” in modo abbastanza soddisfacente ma non ho ancora fatto lo scatto per indirizzare la vita in un’altra direzione.

Luca

Lo straniamento

Ciao,

sarà l’autunno appena iniziato, ma venerdì ho raggiunto al lavoro una situazione di straniamento che devo ammettere mi ha fatto tornare la voglia di scacciare il famoso bottone del ministero del lavoro per le dimissioni. Il punto della situazione che non sono ancora riuscito a costruirmi un’alternativa valida. Ma allo stesso tempo la mia ossessione che tendo a girare sul lavoro senza concentrarmi veramente per imparare nuove capacità da poter usare in ambiti esterni ai tecnicismi informatici mi prosciuga ogni energia per applicarmi in attività extralavorative che non sia il corso di boxe o il corso di formazione per la crescita personale. Devo essere onesto: se non applico ciò che ascolto, e di cui prendo appunti, durante il corso di formazione non ha molto senso investire quelle due ore la settimana più i week-end periodici (che siano online o in presenza).

Come ho detto al mio responsabile venerdì scorso comincia ad essere stancante questa situazione.

Luca