Cambio di programma e prima dose di vaccino

Ciao,

nell’ultimo post (che potete leggere qui) avevo scritto che dal 2 al 5 settembre (domenica 5 e non sabato 4 sarebbe finito il camp) avrei dovuto essere all’ultimo camp che avevo preso del percorso di crescita personale che sto facendo. Per motivi di assenze varie siamo andati sotto il numero minimo di partecipanti, eravamo rimasti in 8 rispetto ai 15 iniziali, così i coach hanno deciso di spostarlo a maggio o giugno 2022. Naturalmente recupereremo senza ulteriori costi. Così ho deciso di andare nelle Marche da amici a fare un po’ di mare in questi 4 giorni del camp. Il primo settembre ho comunque fatto il tampone: per sicurezza mia e loro.

Questa mattina ho fatto la prima dose di vaccino con Pfizer. Il richiamo l’ho il 27 settembre. Al momento nessun problema. Anche il leggere fastidio della puntura è andato via dopo circa un’ora.

Questa settimana di ferie l’ha dedico allo studio per la certificazione di AWS. Rimango positivo, ma la vedo dura.

Luca

Remotizzazione

Ciao,

quest’estate la remotizzazione lavorativa a Savona l’ho fatta ad agosto, invece che a cavallo di giugno e luglio dell’anno scorso. Dovuto al fatto che lavoro fino a martedì, le mie ferie cominciano Mercoledì 1, e i miei cugini sono andati in ferie a Luglio. E’ stato pesante devo ammettere: dover studiare per la certificazione ed essere praticamente da solo in un ambito ancora nuovo non mi ha permesso di godermi il mare come l’anno scorso. Va bene così: l’idea era non stare a Milano tutta l’estate.

Dal 2 al 4 settembre, tampone permettendo, sarò all’ultimo camp del ciclo che ho iniziato ad Ottobre 2020. Vediamo se continuare con i camp. Vi racconterò come è andata.

Luca

Il Raduno del Guerriero

Ciao,

questo week-end ho partecipato al raduno del guerriero. Questa volta, complice la situazione pandemica sotto controllo e la bella stagione, è stato fatto all’aperto dormendo in tenda. alla fine è stata una giornata: dalle 5 di sabato alle 5 di domenica. E’ stata una bella esperienza rivedere un po’ di compagni con cui ho fatto il camp e altri degli altri camp. Il punto d’incontro è stato la Pietra di Bismantova, in provincia di Reggio Emilia.

Niente di trascendentale, ma 24 ore con belle persone in un bel posto!

Luca

Savona che non ti aspetti

Ciao,

sono andato qualche giorno a Savona dopo molto tempo. Ho notato che nell’ultimo anno, lockdown dovuti alla pandemia permettendo, ho cominciato a conoscere una parte della città e della provincia che avevo trascurato. La Frazione Conca Verde: che non si trova sul mare ma nella parte della città che si insinua nella montagna. Un verde con una visuale sulla città e sul mare che è incantevole. Il sentiero del pellegrino tra Varigotti e Noli. Non conoscendo il sentiero mi sono accodato all’uscita di mia cugina. Pezzo iniziale molto pendente per la forma che avevo a settembre. Ma sostare alla Grotta dei Falsari ha dato un senso alla camminata, Le sensazioni sono state anche diverse: il sentiero del pellegrino l’ho fatto soprattutto come preparazione al camp di ottobre 2020: quindi ero molto concentrato sulle mie reazioni fisiche rispetto al cammino e al panorama. Invece le camminate che ho fatto settimana scorsa, post camp del mago di Maggio, ha avuto un turbinio di emozioni che ho vissuto in pieno.

Luca

Verona

Ciao,

dopo anni che avevo in lista, come gita fuori porta, la visita a Verona finalmente ad inizio Ottobre 2017 ci andai. Feci trasferta con un’amica. Fu una decisione saggia: andai prima di avere gli attacchi di panico al lavoro a Novembre 2017 e rimasi bloccato poi per qualche mese. Per vedere le foto potete il link all’album è questo.

Amo le città con un forte centro cittadino medioevale e che sono attraversate da un fiume, in questo caso l’Adige. Con il senno di poi ho girato di più il Veneto quell’anno che nel resto dell’anno. Infatti quell’anno visitai anche Chioggia e Padova.

Luca

Le gite fuori porta

Ciao,

da questa pandemia, iniziata oramai da un anno, con la limitazione dei movimenti data dall’andamento dei contagi, mi ha fatto riscoprire le gite fuori porta. Riscoprire in quanto, dai miei ricordi, sono andato a vedere i luoghi ad un’ora\un’ora e mezza di macchina da casa mia, soprattutto quando ero piccolo con naturalmente i miei genitori. Abitando da sempre a Sesto San Giovanni, con i primi 4 anni in viale Monza a Milano, nel raggio di un’ora e mezza di macchina rientra la Lombardia, le provincie orientali del Piemonte e quelle occidentali del Veneto. Nel buco del culo della pianura padana, come chiamo io la zona dove abito, non abbiamo il mare: ma abbiamo la fortuna di avere un ottimo numero di laghi e fiumi, di varie dimensioni, che riescono a soddisfare la mia voglia di acqua con una buona varietà di scenario.

Il dover stare praticamente sempre in casa, il non avere avuto problemi con il lavoro, ed avere un’amica sodale che ha voglia di cambiare area appena può mi ha rimesso voglia di riprendere questa pratica che porta due vantaggi dal mio punto di vista:

  • Scoprire posti che in altri tempi non pandemici non avrei preso in considerazione;
  • Dedicare del tempo ad informarmi di ciò che è vicino a casa mia: tenendo conto che l’Italia è il paese delle micronazioni vuol dire anche cambiare tanto mantenendo la stessa lingua.

Luca

Olona Greenway

Ciao,

abito nel quadrante nord-est della citta metropolitana di Milano (Sesto San Giovanni). Sono un consulente informatico e da quando ho iniziato a lavorare i clienti dove andavo erano quasi sempre collocali nei quadranti nord-ovest e sud-est di Milano. Quando nel 2019, per un breve periodo, ho lavorato in sede, Zona fermata Turro della M1, ho fatto a volte a piedi il tragitto casa lavoro passando per la Martesana, il tratto tra ponte vecchio in fondo a viale Padova e la piazza dedicata ai piccoli martiri di Gorla. Quando qualche giorno fa ho letto il post di Marco e di come ha trovato un modo per andare a lavorare in biciletta, dal post di marco potete scaricare la traccia.

Luca

Biella e Lago di Viverone

Ciao,

dopo qualche mese di assenza torno con i post sulle vacanze e le mini trasferte di piccola durata fatte in Italia e nel vecchio continente.

Questa volta le foto riguardano la piccola gita fuori porta di tre giorni scarsi fatta a Biella. Un primo pomeriggio invece di questi giorni l’ho investito nel visitare il Lago di Viverone. Onestamente il centro storico di Biella si gira in mezza giornata. Ciò che mi ha colpito di più della città è la sede della Menabrea con il pub ristorante annesso.

Ma ecco le foto del lago di Viverone

IMG_20170705_110139

E quelle di Biella

001 - Biella

Luca

Il ritrovo del guerriero

Ciao,

questa domenica ho partecipato al mio primo ritrovo del guerriero. Rivedere alcuni dei compagni che hanno partecipato al camp di Ottobre 2020 con me ed incontrare alcuni partecipanti dei camp precedenti è stato potente. Il ritrovo è stato a Firenze, con la Toscana che è tornata gialla proprio domenica 20. Conoscendomi non era il caso fare la levataccia domenica mattina, e l’opzione di arrivare sabato pomeriggio a Firenze non era percorribile. Così ho deciso di fare tappa sabato notte a Bologna e continuare il viaggio domenica mattina: da Bologna a Firenze è un’oretta di macchina in totale. Prendendola con calma dall’hotel a Bologna alla destinazione a Firenze ho impiegato un’ora e un quarto.

Sono state ore importanti, in cui si sentiva la presenza delle persone che non sono potute venire per motivi personali e per la situazione covid in generale.

Esperienza da ripetere. Anche per incontri i nuovi guerrieri quando ci saranno i nuovi camp del 2021.

Luca

Mantova Gennaio 2017

Ciao,

per i miei 38 anni andai a visitare Mantova. Decisi proprio questa destinazione per due motivi:

  1. Città vicino casa e proprio per questo rimandavo sempre la visita (un’ora e mezza di macchina da casa mia il tragitto);
  2. Ero ancora nell’anno sabbatico dei voli aerei quindi niente capitale europea.

Così partii il 5 Gennaio e tornai a casa l’8 Gennaio mattina. Uno sproposito di tempo per visitare la città: sicuramente tante cose da vedere ma la città è racchiusa tra i suoi laghi artificiali ed il centro medievale è molto piccolo: in una giornata si vede comodamente. Infatti ne ho approfittato per visitare Sabbioneta (che insieme e Mantova è Patrimonio dell’Unesco) e alcuni paesi del circondario.

Le foto potete vederle in questo album di Flickr.

Luca