Il nostro nuovo amico

Ciao,

ho aspettato alcuni giorni prima di scriverne perché ho dovuto metabolizzare la notizia. Come ho scritto settimana scorsa è stata ricoverata mia mamma. Martedì scorso è stata dimessa: invece di andare a trovarla sono andato per riaccompagnarla a casa. Con mio padre abbiamo parlato con la dottoressa: c’è la certezza che sia una fase iniziale dell’alzheimer. Quando arriveranno gli esiti delle analisi deciderà quali e quanti medicinali dovrà prendere inizialmente. E’ stata una bella botta: soprattutto perché non puoi fermarla, men che meno guarire, da questa situazione. Al massimo, per quanto ho capito, cercare di rallentarla. Devo ammettere che ho pianto perché mi sono reso conto che è al momento è una cosa più grande di me.

Luca

Ricovero Mamma

Ciao,

mercoledì hanno ricoverato mia mamma per dei controlli su dei problemi cognitivi. Controlli che avrebbe dovuto fare l’anno scorso. Ma l’anno scorso gli ospedali erano a tappo per la pandemia e tutto ciò che era rimandabile, giustamente, è stato spostato. Vediamo cosa esce fuori e come bisognerà procedere. Devo ammettere, anche se è già capitato che mia mamma è stata ricoverata per altri motivi da quando sono “adulto”, questa è la prima volta che mi sento pronto per dare supporto alla pari a mio padre a gestire la preoccupazione per una persona a cui tiene. Alla fine la mamma è sempre la mamma no? Per il discorso covid e limitare i problemi di contagio le visite sono contingentate a due ore la settimana: su due giorni e una sola persona alla volta. Questo venerdì è andato mio padre. Martedì prossimo andrò io. Sarà un bel modo per cominciare a restituire un po’ di quello che mia mamma mi ha dato in questi anni.

Luca

Riprogrammazione Psico Posturo Corporea Integrata

Ciao,

questo week-end mi sono preso del tempo per me. Una giornata già programmata questa estate. Visto però gli ultimi accorgimenti di questi mesi non era scontato che avrei confermato. La giornata era dedicata ha come la nostra postura è influenzata dai nostri stati emotivi e dei nostri pensieri: la postura influenza anche i nostri pensieri. Il corso è tenuto da Simone Stacchini: la prima esperienza con lui l’ho avuta al camp del mago di maggio scorso. Esperienza molto pratica dopo la prima ora di “teoria”. Questa cosa mi piace molto, oltre il fatto che avendo dei blocchi fisici che sto faticosamente sciogliendo, usare il corpo per sperimentare e instradare la risoluzione delle situazioni anche con il corpo l’ha trovo molto potente. Pensandoci è l’approccio opposto che ho sempre seguito con la psicoterapia e la fratellanza che sono molto “analitiche”. E’ stato positivo che la giornata di ieri è stata organizzata a Firenze, così ho approfittato per fare 36 ore fuori Milano: sono sceso sabato pomeriggio e tornato a casa ieri sera.

Luca

Pianificazione

Ciao,

questa mattina sono andato dalla psicologa per la visita mensile. Questa volta è stato molto utile l’ora di terapia. Per capire come ho vissuto questi ultimi mesi di loop emotivo. Tra le scelte uscite questa mattina e approfittare del fatto che mi sveglio intorno alle cinque in modo naturale utilizzare per studiare per la certificazione. Dopo pranzo ho deciso di risistemare la pianificazione delle attività fino al 20 dicembre per pianificare 4 ore al giorno di studio che diventano 8 il sabato e la domenica. Vediamo cosa succede dando il 100%. L’unico momento in cui non ho pianificato lo studio e domenica 21 Novembre visto che ho un corso che avevo già pianificato da tempo. Sono molto più sereno ora: sto vivendo questa cosa come possibilità di crescere emotivamente. Martedì ho la visita con la nutrizionista: anche qua vediamo come andrà.

L’unica nota bloccante è il ricovero che avrà mia mamma la settimana del 22 novembre per l’anca ed eventuali effetti neurologici per l’anestesia totale che dovranno fargli.

Luca

Ufficio

Ciao,

ieri sono stato la giornata in ufficio. Dopo quasi due anni sono andato a mangiare con i colleghi in pausa pranzo. Ho parlato con uno dei responsabili, la persona che nel lontano 2007 mi fece il primo colloquio per l’assunzione, per eventuale discorso aspettativa e ho trovato molta disponibilità. Quindi ora manca solo prendere la decisione e quando fare il grande passo, soprattutto discorso wwoof. Il discorso è stato rasserenante. Ora dovrò fare un vero piano di azione.

La giornata in ufficio è stata impegnativa. Non ero più abituato alla vecchia “normalità” della vita d’ufficio. Devo ancora elaborare le emozioni.

Luca

Giornata in sede

Ciao,

come scritto nell’ultimo post (che potete leggere qui) volevo parlare con il mio responsabile di prendere un periodo di aspettativa per fare esperienza come wwoofer. Abbiamo concordato di vederci Martedì 19 Ottobre in sede. Ho concordato con il mio responsabile diretto di passare la giornata in sede martedì prossimo. Vi tengo aggiornati su come si evolve la cosa. Sono molto positivo su questa cosa. Vi tengo aggiornati sull’evoluzione.

Luca

Ultima giornata di malattia

Ciao,

oggi giornata di malattia che mi ha dato il medico di base dal 6 Ottobre ad oggi 11 Ottobre 2011. La voglia di fare l’esperienza da wwoofer, prendendomi un periodo di aspettativa dal lavoro, si è fatto forte. Ora devo pianificare bene la cosa. Deve diventare un’esperienza per cambiare vita. L’idea che delle attività manuali mi aiuteranno a vincere l’apatia e l’ansia che mi affligge. Molto di più dell’attività collaterale che ho portato avanti dall’estate 2020 ad oggi. Sono conscio che c’è una parte di me che vuole fuggire dal discorso certificazione che non ho gstito bene in questi ultimi mesi, ma devo accettarlo. Devo anche fare questa esperienza da woofer in modalità guerriero, come ho imparato al camp di Ottobre 2020. Ho scelto 4 host che ospitano anche d’inverno, una volta concordato con il mio responsabile il periodo di aspettativa, soprattutto farmela accettare! Sento che questa ultima esperienza, che vorrei far durare qualche mese, deve essere l’ultima possibilità per risollevarmi: l’occasione in cui brucio davvero le navi come ha fatto Pizarro per conquistare gli imperi del centro sud america. Vi è mai capitato mai una situazione del genere?

Luca

WWOOF Italia

Ciao,

ho preso qualche giorno di malattia. Sto pensando seriamente di prendere almeno un’aspettativa dal lavoro. Stavo pensando a fare un’esperienza nell’agricoltura tramite il sito WWOOF Italia. Un’esperienza fisica e non solo mentale potrà essere veramente utile per fare chiarezza nella mia testa. Ora sono veramente in ossessione sulle difficoltà nello studio dei servizi aws. Cosa non buona. Soprattutto perché mette in crisi quanto ho imparato nel corso di crescita personale che sto seguendo da Maggio 2020 (insieme ai due camp che ho fatto). Sono pienamente consapevole che è un periodo di scoramento intenso, ma alquanto imbarazzante.

Luca

Aggiornamenti Vari

Ciao,

aggiornamenti vari. Sto valutando seriamente di prendere un periodo di aspettativa dal lavoro. Mi sto informando: se non per gravi motivi personali e familiari e dura che mi venga accettata dal datore di lavoro. Motivi familiari non ne ho (i miei genitori non sono in condizioni da dover darli supporto quotidianamente per motivi di salute). Motivi personali: il forte disagio in cui mi trovo può essere motivo ma devo organizzare dei corsi e attività per uscirne. Attività in cui posso certificare di aver fatto. Sià la dottoressa che mi segue e alcuni amici a cui ne ho parlato mi hanno consigliato di non farlo: al momento è un modo per scappare dalle responsabilità del lavoro e basta, Mercoledì è stata fatta riunione per le certificazioni aziendali: forzano per fare un primo tentativo entro metà novembre altrimenti non c’è tempo per rifare il test prima di Natale. Io al momento vorrei ritirarmi visti i risultati che sto avendo. D’altra parte capire gli argomenti della certificazione, oltre che superarla in se, mi serve per le attività che faccio al lavoro. Lavoro che non sopporto più. Le assenze “mentali” mi sono conferma di ciò. Questi due giorni dedicati ancora allo studio ed entro demica sera devo prendere una decisione. In una direzione o l’altra.

Nota sul corso extra-lavorativo che sto facendo: per lo studio in questo periodo sto lasciando da parte i corsi che si tengono nel week-end. E’ un buon modo per capire se mi sto concentrando sulle informazioni che mi danno ed eventualmente rinnovare ad aprile prossimo. Nota aggiuntiva: ieri sera lanciarmi dal balcone non mi sembrava una brutta idea.

Luca

Piramide dei bisogni di Maslow

Ciao,

in questo post voglio parlare della piramide dei bisogni di Maslow. Questo argomento si trova in modo piuttosto facile tramite google su internet.

Della piramide se ne è discusso un paio di volte nel percorso di crescita personale che sto seguendo da aprile dell’anno scorso. Onestamente non mi ricordo precisamente quando ne hanno parlato la prima volta, sicuramente era durante il periodo estivo, ma la seconda volta è stata nella serata di lunedì 29.

Tolti i bisogni primari, quindi la sopravvivenza che sta alla base (vedi fisiologia) e la sicurezza, ero molto dubbioso nell’avere soddisfatti i bisogni sociali, non parliamo quindi dell’autorealizzazione di se. Ma questo lunedì ho capito che sto lavorando sui miei bisogni sociali in questo periodo: l’appartenza, che avevo ma a cui non davo importanza, e la stima. Soprattutto l’autostima: mi sono lasciato andare molto negli ultimi anni, soprattutto fisicamente, quindi il lavoro di recupero sarà lungo, La strada è imboccata però quindi non mi può che portare verso l’autorealizzazione.

Mi rendo conto che quando parlo di argomenti che potrebbero avere un interesse generale li declino sempre nella prima persona singolare. Quindi su come li ho scoperti io e su come li vivo io. E’ una buona idea prendere l’abitudine di ritrattare questi argomenti con un punto di vista asettico! Che ne dite?

Luca

PS: Buona Pasqua.