Il ritrovo del guerriero

Ciao,

questa domenica ho partecipato al mio primo ritrovo del guerriero. Rivedere alcuni dei compagni che hanno partecipato al camp di Ottobre 2020 con me ed incontrare alcuni partecipanti dei camp precedenti è stato potente. Il ritrovo è stato a Firenze, con la Toscana che è tornata gialla proprio domenica 20. Conoscendomi non era il caso fare la levataccia domenica mattina, e l’opzione di arrivare sabato pomeriggio a Firenze non era percorribile. Così ho deciso di fare tappa sabato notte a Bologna e continuare il viaggio domenica mattina: da Bologna a Firenze è un’oretta di macchina in totale. Prendendola con calma dall’hotel a Bologna alla destinazione a Firenze ho impiegato un’ora e un quarto.

Sono state ore importanti, in cui si sentiva la presenza delle persone che non sono potute venire per motivi personali e per la situazione covid in generale.

Esperienza da ripetere. Anche per incontri i nuovi guerrieri quando ci saranno i nuovi camp del 2021.

Luca

Camp esperienziale e aggiornamento

Ciao a tutti,

da un po’ che non scrivo sul blog: un mese abbondante. Così ho deciso di focalizzarmi sul personale. Sono successe un po’ di cose. Il primo week-end di ottobre ho partecipato ad un camp esperenziale che avevo comprato in pieno lockdown ad aprile scorso. Onestamente ho passato il mese di settembre in ansia su questa cosa: ci davano le informazioni con il contagocce e non sapere bene il programma del tutto mi metteva ansia. La psicologa mi ha dato delle gocce per calmarmi. Devo ammettere che ho fatto 5 minuti alla volta. Sono riuscito a calmarmi soltanto quando ho deciso che avrei preso la decisione finale l’1 mattina alle 7:30 quando mi sarei trovato insieme agli partecipanti al camp.

Un’ansia inutile con il senno di poi: ho vissuto quei 4 giorni in modo ambivalente. I primi due giorni con l’intenzione di tornare a casa, gli ultimi due con la voglia di terminare il camp al meglio delle mie possibilità. Posso dire che il camp ha avuto successo per quanto mi riguarda: la mia autostima è migliorata, sono maggiormente conscio delle mie capacità. I miei amici e familiari che ho sentito oppure visto mi hanno detto che ho un tono di voce ed uno sguardo decisamente migliore rispetto a prima.

Con il lavoro invece mi sono arenato sia nello studio per aumentare le competenze che nella ricerca di nuovi posti di lavoro. Sto facendo una lista su cosa voglio veramente fare del mio futuro: è un lavoro duro, ma necessario per non perdere ulteriormente tempo in cose che non sento più nelle mie corde.

Luca

Ultima settimana di ferie: tiro le somme

Ciao,

oggi sono tornato a casa dalla settimana di ferie in solitaria che cerco di fare ogni anno.

Questa volta è stata un mix di cose nuove e non. La settimana è stata divisa tra il lago Trasimeno e la Toscana: due posti che mi piacciono molto in generale. La vacanza è cominciata sul lago di Trasimeno ed è terminata a Pistoia, passando per le Terme di Casciana.

Vediamo le novità di questo giro:

  • Ho visitato Cortona (città di origine etrusca: faceva parte della dodecalopoli): ha un ottimo belvedere con la vista del lago Trasimeno;
  • Prima volta che ho usato l’app TheFork per prenotare le cene e risparmiare qualcosa (non ho nessun tornaconto a citarla);
  • Prima volta che sono riuscito a fare una giornata intera alle Terme (venerdì scorso);
  • Ho visitato Pistoia: tra le varie città della Toscana non l’aveva mai presa in considerazione; ma tra il fatto che è stata capitale della cultura del 2017 e negli appennini Pistoiesi ha passato la fine della sua vita Tiziano Terzani mi ha fatto venire voglia di visitarla;
  • La prima volta che ho fatto una vera strada di collina impegnativa per raggiungere il B&B nell’appennino tosco-emiliano sopra Pistoia: devo ammettere che passare per quella strada, doppio senso ma in certi punti larga come il mio pandino, mi ha messo molto ansia, ma il panorama meritava molto.

L’abitudine:

  • Rivisitato il lago Trasimeno, la frazione di Magione San Feliciano in particolare, e l’isola Polvese: due posti che amo molto;
  • Ho parlato pochissimo: il minimo indispensabile per comunicare con le persone delle strutture dove sono stato; Devo capire come posso migliorare su questa cosa;
  • Sono ritornato nelle terme di Casciana Terme: anche questo posto che amo molto, ma forse avrei potuto andare in altre terme toscane tra il lago Trasimeno e Pistoia.

Posso dire che a questo giro c’è stato un miscuglio di cose nuove e abitudini che non mi è dispiaciuto. L’unica vera nota dolente è la mia timidezza estrema.

Luca

Spezzettamento estremo

Ciao,

oggi venerdì pre ferie. Ultima settimana di ferie di questa estate. Ho sempre fatto le ferie estive spezzate: tipicamente un blocco di due settimane e uno di una settimana. Quest’anno, per motivi contingenti, ho diviso le ferie in tre blocchi da una settimana l’uno. A giugno sono andato in Liguria, a Luglio in paese con i miei, e la prossima. Questa volta sarò abbastanza in movimento: prima 3 giorni sul Lago Trasimeno, a San Feliciano per la precisione, mi piace il posto e la struttura dove ho preso la camera, un villaggio vacanze sul lago, mi rilassa molto: esperimento riuscito nel 2016 e nel 2017. Poi tappa di un paio di giorni a Casciana Terme, in provincia di Pisa, dove potrò dare sfogo alla mia passione per le terme. Prima di tornare a casa farò tappa a Pistoia in un piccolo b&b. Zona mai visitata nonostante frequenti la Toscana del nord da praticamente sempre.

Fondamentalmente queste ferie estive in posti conosciuti (tranne che per Pistoia), anche se non ci tornavo da tempo. Aspetto la chiusura della prossima settimana per capire se non fare vacanze lunghe, che potenzialmente possono avvicinarsi al concetto di viaggio, ha ancora senso per me oppure è ora di cominciare a pensare di fare un’esperienza nuova: provare a fare un “viaggio” di almeno tre settimane.

Luca

Settimana con i miei

Ciao,

settimana passata a un giro storico che da una quindicina d’anni con i miei. Mio padre è originario di Grotte Santo Stefano, una frazione di Viterbo, e una sorella di mia mamma, che è originaria di Mogoro in Sardegna, ha una sorella a Livorno. Così, come abbiamo fatto 4\5 volte negli ultimi anni, abbiamo fatto cinque giorni a Grotte, andando giornalmente a trovare la sorella di mio padre a Celleno dove è ricoverata in una casa di riposo, poi abbiamo fatto 3 giorni a Marina di Bibbona dove mia zia passa di solito il mese di Luglio in un campeggio con la Roulotte.

Questa volta ripetere il giro fatto più volte mi ha inquietato non poco. Non che mi sia dispiaciuto rivedere i cugini paterni in paese e la zia materna al mare. Ma rendermi conto che sono un abitudinario anche nelle vacanze mi ha un po’ spaventato in quanto mi ha aperto gli occhi sulla difficoltà nel fare cambiamenti più profondi sulla mia quotidianità che mi sta stretta.

Luca