I sintomi della nebbia cognitiva — D.ssa Viviana Chinello

Difficoltà di memoria, disorientamento, esaurimento, problemi di concentrazione… La nebbia cognitiva può manifestarsi in molti modi, ma in tutti i casi influenza negativamente la qualità della nostra vita. I sintomi della nebbia cognitiva sono associati a molteplici condizioni mediche. Fibromialgia, infezioni, carenze di vari nutrienti, squilibri ormonali, gli effetti di alcuni farmaci e persino lo […]

I sintomi della nebbia cognitiva — D.ssa Viviana Chinello

Nuova Parola: Workation

Ciao,

in questi giorni ho “scoperto” un nuovo termine: il Workation del titolo. Come al solito sono arrivato in ritardo nella scoperta di questi termini. La parola inglese è la crasi di Work e Vacation. Quindi qualcosa di oltre rispetto allo smart working: quest’ultimo termine abusato in Italia in quanto viene usato al posto del telelavoro. Un’idea precisa del termine l’ho raggiunta leggendo questi due articoli: SiViaggia e EcoBnb. Gli articoli sono concordi nello scrivere che in questa fusione si raggiunga un maggiore equilibrio tra vita lavorativa e vita personale. Io credo che comunque ci sia bisogno di una crescita personale ed emotiva per gestire in ogni caso lo stress.

Rimanendo nella nostra piccola Italia mi immagino che la Workation l’abbiamo fatto chi sia andato in smart working nelle proprie seconda case in montagna o al mare. Addirittura chi sia sceso al sud dando il via al south working. Con buona pace del Ministro Brunetta, Beppe Sala!Luca

Ricovero Mamma

Ciao,

mercoledì hanno ricoverato mia mamma per dei controlli su dei problemi cognitivi. Controlli che avrebbe dovuto fare l’anno scorso. Ma l’anno scorso gli ospedali erano a tappo per la pandemia e tutto ciò che era rimandabile, giustamente, è stato spostato. Vediamo cosa esce fuori e come bisognerà procedere. Devo ammettere, anche se è già capitato che mia mamma è stata ricoverata per altri motivi da quando sono “adulto”, questa è la prima volta che mi sento pronto per dare supporto alla pari a mio padre a gestire la preoccupazione per una persona a cui tiene. Alla fine la mamma è sempre la mamma no? Per il discorso covid e limitare i problemi di contagio le visite sono contingentate a due ore la settimana: su due giorni e una sola persona alla volta. Questo venerdì è andato mio padre. Martedì prossimo andrò io. Sarà un bel modo per cominciare a restituire un po’ di quello che mia mamma mi ha dato in questi anni.

Luca

Aggiornamenti Vari

Ciao,

aggiornamenti vari. Sto valutando seriamente di prendere un periodo di aspettativa dal lavoro. Mi sto informando: se non per gravi motivi personali e familiari e dura che mi venga accettata dal datore di lavoro. Motivi familiari non ne ho (i miei genitori non sono in condizioni da dover darli supporto quotidianamente per motivi di salute). Motivi personali: il forte disagio in cui mi trovo può essere motivo ma devo organizzare dei corsi e attività per uscirne. Attività in cui posso certificare di aver fatto. Sià la dottoressa che mi segue e alcuni amici a cui ne ho parlato mi hanno consigliato di non farlo: al momento è un modo per scappare dalle responsabilità del lavoro e basta, Mercoledì è stata fatta riunione per le certificazioni aziendali: forzano per fare un primo tentativo entro metà novembre altrimenti non c’è tempo per rifare il test prima di Natale. Io al momento vorrei ritirarmi visti i risultati che sto avendo. D’altra parte capire gli argomenti della certificazione, oltre che superarla in se, mi serve per le attività che faccio al lavoro. Lavoro che non sopporto più. Le assenze “mentali” mi sono conferma di ciò. Questi due giorni dedicati ancora allo studio ed entro demica sera devo prendere una decisione. In una direzione o l’altra.

Nota sul corso extra-lavorativo che sto facendo: per lo studio in questo periodo sto lasciando da parte i corsi che si tengono nel week-end. E’ un buon modo per capire se mi sto concentrando sulle informazioni che mi danno ed eventualmente rinnovare ad aprile prossimo. Nota aggiuntiva: ieri sera lanciarmi dal balcone non mi sembrava una brutta idea.

Luca